LA BANCA TI STROZZA?

Attenzione Ai Costi Che Contribuiscono A Superare  Il “Tasso Soglia”

Nell’immaginario collettivo, quando si parla di usura si pensa solo allo strozzino. Ma raramente si riflette sul fatto che, al giorno d’oggi, gli usurai più diffusi sono proprio le banche, la cui funzione istituzionale oltre alla raccolta del risparmio è l’erogazione del credito.

L’usura si annida dappertutto: dai mutui ipotecari o chirografari, agli scoperti di conto corrente, ai leasing, ai factoring ecc.

L’ usura bancaria è stata introdotta dall’art. 644 c.p. ed è stata formulata dalla legge 108/96 e scatta al superamento del c.d. “tasso soglia” stabilito trimestralmente dal Ministero dell’ Economia e delle Finanze.

Il tasso soglia non è altro che il tasso massimo di interesse che una banca può applicare. Oltre questo limite la banca è in usura cioè sta commettendo un illecito penale.

Generalmente il tasso nominale annuo (cioè il tasso di interesse applicato), stabilito alla sottoscrizione del contratto, è inferiore al tasso soglia. Ma puntualmente si verifica il contrario.

Ma cosa fa lievitare tanto il tasso nominale al punto da determinare l’eventuale superamento del tasso soglia?

Ovviamente contribuiscono, alla luce anche di quanto è stato stabilito con la sentenza della Cassazione n. 350/13 in tema di mutui e leasing, tutti quei costi (interessi di mora, commissioni di massimo scoperto, valute, coperture assicurative) che la banca addebita al correntista. Molto spesso, purtroppo, la somma del tasso nominale e di tutti questi costi determina il superamento del tasso soglia comportando l’applicazione della sanzione civilistica stabilita nel 2° comma dell’art. 1815 ovvero NON SONO DOVUTI INTERESSI.

Cosa ne consegue? Se la banca risulta in usura il correntista ha diritto alla RESTITUZIONE INTEGRALE DEGLI INTERESSI che ha pagato.

In base alla nostra esperienza, non bisogna mai escludere che anche la tua banca possa aver assunto un comportamento di questo tipo.

Infatti abbiamo riscontrato interessi usurai nel:

  • 65% DEI MUTUI
  • 80% DEI CONTI CORRENTI
  • 90% DEI LEASING
  • 95% DEI FINANZIAMENTI.

PUNTOdACCORDO è in grado di rilevare il superamento della soglia USURA, contestare alla banca l’illegalità delle clausole pattuite e richiedere il rimborso degli interessi già pagati.

Fai controllare subito le tue posizioni bancarie approfitta della nostra CONSULENZA GRATUITA.